Chirurgia mini invasiva

Chirurgia laparoscopica e robotica

chirurgia mini invasiva

La chirurgia laparoscopica è una metodica mininvasiva che permette di inserire nell’addome del paziente, per mezzo di una piccola incisione cutanea, uno strumento ottico utile per la visione all’interno della cavità addominale (laparoscopio).
Il laparoscopio è un tubo rigido sottile dotato di due canali ottici: un canale porta la luce attraverso un cavo a fibre ottiche mentre l’altro trasmette l’immagine su uno schermo. Attraverso altre piccole incisioni si possono poi inserire gli strumenti chirurgici.
Per poter manovrare la strumentazione all’interno della cavità addominale si insuffla anidride carbonica per distendere le pareti e permettere una maggior visibilità e manovrabilità.

Per contro, la laparoscopia tende ad incrementare i tempi chirurgici, anche se, con l'estensione del suo utilizzo, le tecniche si sono fatte più raffinate e consolidate e tendono ad equiparare i tempi della chirurgia aperta tradizionale.
L’utilizzo della laparoscopia nella chirurgia pancreatica è molto recente. A differenza di alcune chirurgie in cui la laparoscopia ha sostituito pressoché interamente la chirurgia tradizionale (colecistectomia, chirurgia urologica e ginecologica) nel pancreas essa ha ancora oggi un’indicazione ristretta.

DOTT. EMANUELE BALZANO | 2, Via Paradisa - 56124 Pisa (PI) - Italia | P.I. BLZMNL73M26B077C | Tel. +39 050 995272   - Cell. +39 328 0121544 | emanuelebalzano@hotmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite